PARENZO

La stazione di prima categoria di Parenzo sul Pical con cinque binari, magazzini, una casetta e la piattaforma girevole era la più grande di tutta la Parenzana. Era, inoltre, prevista la costruzione di due altre diramazioni dei binari, una verso il porto per il trasbordo diretto della merce dal treno sui battelli a vapore, mentre l'altro avrebbe dovuto portare a Canfanaro, dove la Parenzana si sarebbe riallacciata alla ferrovia nazionale diretta a Pola. Così si piega anche scritta ufficiale della ferrovia con la dicitura TPC (Trieste-Parenzo-Canfanaro). Quando divenne chiaro che le diramazioni progettate non sarebbero state costruite, la stazione di Parenzo si dotò anche di una rimessa per il deposito di locomotive. La struttura della stazione si è conservata fino ad oggi nella sua forma originale.