TRIBANO

La Parenzana era nota anche come la "ferrovia del vino", non per merito dei gai passeggeri o dei macchinisti ma perché procedeva attraverso aree ricche di viti e trasportava i preziosi vini istriani verso mercati internazionali. Per tale motivo, la stazione di Tribano, oltre alla tettoia, aveva anche un magazzino con la rampa di carico per il vino, l'uva ed altri prodotti agricoli. Oggi al posto della stazione è possibile scorgere solo le fondamenta della tettoia, dove si trovava la tabella con il nome. Da poco tempo Tribano ha acquisito il ruolo della stazione più importante di tutta la tratta visto che nella vecchia scuola sono stati allestiti degli alloggi per cicloamatori e sportivi.